Mer. Ott 5th, 2022

La musica è una parte importante della nostra vita, ma sapevate che ha anche una grande influenza sul nostro corpo? La musica può fare miracoli, soprattutto quando siamo stressati e tesi. Ci aiuta a schiarirci le idee e a rilassarci.

Come la musica influenza il nostro corpo

La musica può influenzare il nostro corpo in modi diversi. Quando ascoltiamo la musica, la nostra frequenza cardiaca è regolata e la nostra respirazione è regolata. Anche la produzione di ormoni e neurotrasmettitori è influenzata dalla musica. La musica può quindi tranquillizzarci, rilassarci o sollevarci il morale.

Alcuni studi hanno persino dimostrato che certi tipi di musica possono favorire la guarigione delle malattie. Per esempio, la musica per pianoforte di Mozart può aiutare i bambini affetti da disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) a concentrarsi meglio. Altri studi hanno dimostrato che la musicoterapia può migliorare la memoria e la capacità di parlare nei pazienti affetti da Alzheimer.

Quindi la musica può influenzare il nostro corpo in molti modi. Quindi, se non vi sentite bene, provate ad ascoltare la vostra musica preferita: potrebbe farvi sorprendentemente bene!

Il potere della musica sul corpo

La musica ha un potere incredibile sul corpo umano. Attraverso le vibrazioni della musica prodotta dagli strumenti, le cellule del corpo possono rilassarsi o stimolarsi. La musica può alzare o abbassare il polso e regolare la pressione sanguigna.

Soprattutto, la musica è in grado di influenzare il nostro umore. Se ascoltiamo musica triste o tesa, possiamo anche sentirci tristi o tesi. Se ascoltiamo musica felice ed energica, possiamo anche sentirci felici ed energici. Quando noi esseri umani immaginiamo il potere della musica, possiamo pensare prima di tutto a impressionanti esecuzioni di opere o sinfonie. Ci vediamo davanti alla grande orchestra che produce una moltitudine di suoni con i suoi strumenti e ascoltiamo il primo violino che tiene tutto insieme.

Ma il potere della musica si estende ben oltre i limiti dell’esperienza umana. Infatti, anche gli animali possono beneficiare del suo potere.

Un esempio ben noto è il cosiddetto programma “Growing Up Musical” per cani, in cui i cuccioli di età compresa tra le otto e le sedici settimane vengono regolarmente esposti alla musica. Lo studio ha dimostrato che i cani che hanno ascoltato la musica si sono successivamente comportati in modo meno ansioso in situazioni nuove rispetto ai cani che non l’hanno fatto.

Ma ci sono altri esempi dell’effetto positivo della musica sugli animali. Alcuni contadini usano la musica anche per mungere le mucche! Le mucche producono più latte quando sentono suoni morbidi e, quando sentono ripetutamente la stessa melodia, imparano persino a riconoscerla.

Anche gli uccelli possono beneficiare del potere della musica. Uno studio ha dimostrato che gli uccelli che ascoltavano la musica classica deponevano più uova di quelli che non la ascoltavano. In un altro studio si è scoperto che gli uccelli in cattività vivevano più a lungo ed erano più sani quando ascoltavano regolarmente musica classica.

Quali sono gli animali che possono beneficiare del potere della musica? La verità: tutti gli animali! Quindi, la prossima volta che ascolterete la vostra collezione di musica per animali domestici, non dimenticate che potrebbe farvi bene!

La musica può quindi aiutarci a regolare il nostro stato d’animo e ad equilibrare il nostro corpo.

Quali sono gli strumenti più adatti a influenzare il nostro corpo?

La musica è un linguaggio che tutti possono capire. Può farci ridere o piangere, tranquillizzarci o turbarci. Ma sapevate che la musica può influenzare anche il nostro corpo? Scegliendo lo strumento giusto, possiamo influenzare il nostro corpo in molti modi.

Ad esempio, i suoni veloci e frenetici possono accelerare le pulsazioni e renderci nervosi. D’altra parte, i suoni lenti e rilassanti possono aiutarci a rilassarci e a distenderci. Quindi, quando si cerca di portare il corpo in uno stato particolare, è importante scegliere lo strumento giusto per questo lavoro.

Ad esempio, se si desidera rilassarsi, la batteria o il pianoforte sono i più adatti. D’altra parte, se si sta preparando un esame o se si deve svolgere un lavoro fisico faticoso, è meglio ascoltare la musica più velocemente. Ecco alcuni dei migliori strumenti per diversi scopi:

Batteria: la batteria è perfetta per chi vuole rilassarsi o riscaldare il corpo. I movimenti ritmici e il suono dei tamburi aiutano a rilassare il corpo e a riscaldare i muscoli.
Esistono anche suoni di batteria rilassanti, come il sonodrum.

Pianoforte: il pianoforte è ideale per chi vuole calmarsi o concentrarsi. I suoni delicati del pianoforte possono aiutare a calmare la mente e ad aumentare la concentrazione.

Chitarra: la chitarra è ideale per chi ha energia o vuole essere motivato. I suoni acuti della chitarra possono contribuire a migliorare l’umore e a stimolare il corpo.

Che impatto ha la musica sulla nostra salute?

La musica può influenzare il nostro benessere e la nostra salute in molti modi. Può rilassarci, sollevarci il morale o addirittura farci addormentare. Molte persone usano la musica per sentirsi meglio o per alleviare il dolore fisico.

Esistono diversi tipi di musicoterapia, tutti incentrati sulla guarigione o sull’alleviamento di malattie e disturbi. La musicoterapia è spesso utilizzata per persone affette da autismo, depressione, Alzheimer e altre malattie.

Uno studio ha dimostrato che la musicoterapia può migliorare l’umore dei pazienti affetti da Alzheimer. I pazienti dello studio hanno ascoltato musica classica per 30 minuti al giorno. Dopo sei settimane, i pazienti e i loro familiari hanno riferito che il loro umore era migliorato. Lo studio ha anche dimostrato che l’effetto della musicoterapia è durato più a lungo di quello di un farmaco usato per trattare la malattia di Alzheimer.

Un altro studio ha dimostrato che la musica aiuta a trattare la depressione. Lo studio ha esaminato gli effetti della musica cosiddetta “antidepressiva” su persone con depressione lieve o moderata. I partecipanti allo studio hanno ascoltato per 30 minuti al giorno brani musicali appositamente selezionati per il trattamento della depressione. Dopo sei settimane, i partecipanti hanno riferito che la loro depressione era migliorata.

La musica può avere un effetto positivo anche sulle persone affette da autismo. Uno studio ha dimostrato che i bambini con autismo che ricevono regolarmente un’educazione musicale precoce sviluppano migliori capacità linguistiche. Lo studio ha coinvolto 36 bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni. Metà dei bambini ha partecipato a lezioni di musica precoce, mentre l’altra metà non ha ricevuto lezioni di musica precoce. Dopo un anno, i bambini che hanno ricevuto un’educazione musicale precoce hanno mostrato competenze linguistiche significativamente migliori rispetto ai bambini del gruppo di controllo.

La musica può quindi avere un’influenza positiva sia sul nostro umore che sulla nostra salute. Se soffrite di una malattia o di una disabilità, dovreste quindi valutare se la musicoterapia è adatta a voi.

Conclusione

La musica può influenzare il nostro corpo in molti modi. Suonando uno strumento possiamo migliorare le nostre capacità motorie, affinare la nostra percezione e influenzare positivamente le nostre emozioni. In un mondo frenetico, è importante prendersi del tempo per fare cose che ci danno piacere. E cosa c’è di più piacevole che migliorare se stessi allo stesso tempo? Quindi sedetevi allo strumento di vostra scelta e date inizio alla musica!

Di admin